ATTENTATI DI PARIGI, SI INFITTISCE IL MISTERO SULLA FUGA DI SALAH Secondo alcune fonti vicine all'inchiesta il super ricercato sarebbe riuscito a passare tre controlli della polizia francese prima di fuggire in Belgio

369

Sembra infittirsi il mistero della fuga del super ricercato, Salah Abdeslam, uno degli attentatori di Parigi, che la notte del 13 novembre scorso causò la morte di 130 persone. Secondo le ultime informazioni, Salah assò tre controlli di polizia prima di fuggire in Belgio. Ad affermarlo sono alcune fonti vicine all’inchiesta sugli attentati nella capitale francese.

Testimonianze che confermerebbero quanto scritto in un articolo del quotidiano Le Parisien/Aujourd’hui en France. La fonte si baserebbe sulla testimonianza di Hamza Attou, sospettato, insieme a Mohammed Amri, di aver aiutato Salah Abdeslam a fuggire verso Bruxelles dopo gli attentati del 13 novembre.

Per evitare i controlli della polizia Salah Abdeslam chiese ai due di evitare le strade principali, ma si ritrovarono sull’autostrada e passarono due controlli senza problemi. Al terzo, nei pressi di Cambrai, gli vennero chiesti i documenti, ma Salah non risultando ancora ricercato riuscì a passare la frontiera nonostante avesse dato anche l’indirizzo di Molenbeek.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS