SPARATORIA IN STRADA A COPENAGHEN: 1 MORTO E 2 FERITI L'omicidio potrebbe dunque riferirsi a un regolamento di conti tra bande rivali

484

A Copenaghen, capitale danese, un uomo è stato ucciso e altri due sono rimasti feriti dopo essere stati colpiti mentre viaggiavano in auto, venerdì sera, per le vie cittadine. A riferirlo i media locali, secondo cui la sparatoria è avvenuta sulla strada di Frederikssundssvej, come riferito dall’agenzia di stampa danese Ritzau. “L’uomo è morto in macchina. Gli altri due non sono in condizioni critiche,” ha dichiarato il vice ispettore di polizia Brian Belling secondo cui sarebbero stati sparati contro il veicolo da cinque a 10 colpi. Ciò nonostante, l’auto avrebbe continuato a correre per poi schiantarsi contro un ostacolo. L’area in cui si è verificata la sparatoria è stata transennata e le indagini della polizia sono ancora in corso. Secondo la stazione televisiva locale TV2, che ha citato fonti di polizia, una delle vittime sarebbe stata precedentemente legata alla criminalità. L’omicidio potrebbe dunque riferirsi a un regolamento di conti tra bande rivali.

Nel marzo scorso un’altra sparatoria aveva insanguinato le strade della famosa città della Sirenetta di Andersen. Delle gang nemiche si erano scontrate in un parcheggio sotterraneo di un centro commerciale scambiandosi diversi colpi di pistola.Tre persone erano rimaste ferite ma non c’erano stati morti. Secondo gli elementi raccolti dagli inquirenti, si era trattato di uno scontro tra gruppi criminali composto da otto persone in tutto. I tre feriti riportarono lesioni da arma da taglio e da fuoco all’addome, alle braccia e alla schiena, ma non erano in pericolo di vita. “Tutto indica che due gruppi legati alle gang si siano scontrati. Nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale sono stati sparati un numero imprecisato di colpi”, aveva riferito all’epoca la polizia in un comunicato parlando, via tweet, di un “regolamento di conti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS