A BERLINO NASCE L’UNIVERSITA’ CHE PERMETTE AI MIGRANTI DI LAUREARSI 500 stranieri frequentano i corsi con borse di studio finanziati da fondazioni

505

L’iscrizione ad un corso di laurea di un’università straniera può rivelarsi un’operazione complicata: una quantità enorme di documenti da presentare, certificati da autenticare, diplomi da convalidare, esami di lingua da sostenere. Se tutto questo è difficile per un cittadino dell’Unione Europea, immaginiamo quanto può esserlo per un rifugiato. Chi fugge da guerre e persecuzioni non porta con sé diplomi, reperire tutta la documentazione necessaria per essere ammessi in un ateneo richiede un lavoro di mesi, a volte anni.

Consapevoli di questa difficoltà, due berlinesi, Vincent Zimmer, dottorando in psicologia economica, e Markus Kressler, studente di psicologia e comunicazione, hanno fondato la iron University, il primo college per rifugiati. La Kiron, che ha sede a Berlino, permette a tutti i rifugiati sparsi per il mondo di cominciare un percorso di studi universitario semplicemente dimostrando di essere in possesso di un certificato di asilo o di essere in attesa di protezione internazionale.

Come tutte le università, dà ai suoi studenti la possibilità di scegliere diverse facoltà, sei in tutto: ingegneria, economia, informatica, studi interculturali, lingue e architettura. Ogni percorso di studio si articola in tre anni ed è diviso in due fasi: un biennio in cui i corsi sono tutti online e un anno di specializzazione che si svolge in un campus che cambia a seconda della facoltà scelta e delle esigenze dello studente. Durante il biennio, dei volontari aiutano i rifugiati nella ricerca dei testi necessari per accedere all’ultimo anno e ottenere la laurea. Il costo del triennio di studi è di circa 1.200 euro per studente, tutti finanziati da fondazioni partner del progetto e da campagne di crowdfunding.

La Kiron vanta collaborazioni con una ventina di università in tutto il mondo tra cui Harvard, Yale e Stanford e con alcune delle più importanti piattaforme di Mooc (massive open online courses) come EdX, Coursera e Iversity, dei siti specializzati nella formazione online. Le prime iscrizioni per la Kiron si sono aperte a settembre 2015 e dopo un mese, oltre 15.000 richiedenti asilo avevano fatto richiesta d’iscrizione.

Ad oggi, più di 500 rifugiati seguono i corsi della Kiron. L’idea di Zimmer e Kressler punta non solo a restituire fiducia e speranza ai rifugiati, ma a diventare un riferimento per aiutarli a orientarsi nella vita. Proprio come successe a Chirone, il centauro saggio a cui i due berlinesi si sono ispirati per dare il nome alla loro università. Secondo la mitologia greca, l’animale mezzo uomo e mezzo cavallo si trasformò nella costellazione di Centauro, la più luminosa di tutte, guida sicura per chi viaggia di notte.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS