L’ISIS SCEGLIE UNA RADIO PER FARE PROPAGANDA IN AFGHANISTAN Nasce la "Voce del califfato". Invita i giovani al reclutamento e a ribellarsi contro il governo

428
radio isis

Non solo internet, l’Isis sceglie anche la “vecchia” radio come strumento di propaganda. Succede in Afghanistan, dove le truppe fedeli ad Al-Baghdadi hanno aperto “La Voce del califfato” con l’obiettivo di attirare nuove reclute e incitare la popolazione alla rivolta contro il governp. L’emittente, come hanno riferito alcuni esponenti del governo provinciale e deputati citati da Tolo Tv, trasmette nel capoluogo Jalalabad e in alcuni distretti limitrofi. “E’ chiaro che (l’Is, ndr) ha una propria radio che sta facendo molta propaganda antigovernativa”, ha dichiarato Nasir Kamawal, esponente del governo di Nangarhar. “La radio avrà un impatto negativo su noi musulmani e sulla nuova generazione”, ha aggiunto il deputato Fridon Khan Momand.

Alcuni abitanti che hanno avuto modo di ascoltare “Voce del califfato” hanno raccontato che la radio incoraggia i giovani a combattere contro le autorità di Kabul. “Il governo deve chiudere la stazione radiofonica perché ha un reale effetto sulla gioventù”, ha sottolineato un residente a Jalalabad, aggiungendo che “i militanti di Daesh (acronimo dell’Is in arabo, ndr) stanno reclutando i giovani per la loro guerra, in particolare quelli disoccupati”. Il portavoce del governatore di Nangarhar, Attaullah Khogyani, ha annunciato che le autorità si sono già attivate per spegnere l’emittente, senza aggiungere altri dettagli in merito. La penetrazione dell’Is in Afghanistan rappresenta una nuova sfida per il Paese martoriato da decenni di guerre e sotto la minaccia dei Talebani. Secondo i servizi afghani il gruppo capeggiato da Al-Baghdadi è già operativo nelle province di Helmand, Nangarhar e Farah. Nei mesi scorsi i ministeri di Interno e Difesa hanno annunciato l’uccisione di decine di combattenti dell’Is.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS