TURCHIA, DAVUTOGLU AVVERTE IL PKK: “NON DIFFONDERA’ L’INCENDIO DAI PAESI VICINI” Continuano gli scontri tra militari e milizie curde a est. Il primo ministro: "In corso operazioni di sicurezza"

378
pkk

La Turchia ha intenzione di intensificare la sua lotta contro i militanti del Pkk nel sudest del Paese per evitare che “diffondano l’incendio” dai vicini Iraq e Siria. Lo ha detto il primo ministro turco, Ahmet Davutoglu, dopo che due persone sono state uccise a Diyarbakir e dopo che da venerdì le forze di sicurezza hanno eliminato sei combattenti curdi nella provincia di Mardin. Parlando in conferenza stampa da Ankara, il premier ha dichiarato che le forze di sicurezza attaccheranno i militanti del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) per ostacolare i loro tentativi di “diffondere” in Turchia “l’incendio” proveniente da Iraq e Siria. “Sono in corso operazioni di sicurezza. Trasformeremo tutte le aree del sudest, fra cui le città di Cizre e Silopi che sono all’interno di questo cerchio di fuoco in un luogo di pace, stabilità e libertà”, ha detto Davutoglu.

Le due città sorgono vicino ai confini con Siria e Iraq e da ieri vi è stato proclamato un coprifuoco, con agenti di polizia in mezzi blindati posizionati sulle colline che sovrastano i due centri. L’esercito, ha proseguito Davutoglu, ha preso il controllo della zona montana al confine iracheno dopo “avere ripulito dai terroristi le montagne”. Il Pkk, ha aggiunto, si è allora concentrato sulle aree urbane con lo scopo di spingere la popolazione contro le istituzioni. “Non faremo concessioni ai terroristi e non tollereremo in alcun modo queste strutture, che rappresentano le orme delle varie forze straniere che vogliono trascinare la Turchia in un futuro oscuro”, ha detto ancora il premier.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS