I QUADRI DI DARIO FO ALL’ASTA PER BENEFICENZA Il premio Nobel per la letteratura è ospite alla casa d'aste Meeting Art di Vercelli

467

Il premio Nobel per la letteratura Dario Fo ha messo all’asta alcune sue tele per beneficenza. Ospite alla casa d’aste Meeting Art di Vercelli domenica scorsa per la mostra “Mistero Buffo a colori – Opere da Nuovo manuale minimo dell’attore”, Fo ha presenziato alla battuta all’incanto di venti suoi quadri, una selezione di opere pittoriche realizzate dal maestro nell’arco di anni. Il ricavato sarà devoluto al comitato “Il Nobel per i disabili onlus”, nato per volontà dello stesso artista e della compagna Franca Rame scomparsa nel 2013. “Ero in Svezia per il Nobel con Franca che mi disse: cosa ne facciamo di questi quadri? – racconta Fo – Da lì abbiamo voluto aiutare le persone in difficoltà”.

Uomo di teatro, stimato e seguito a livello mondiale, Fo non ha mai nascosto la sua grande passione per la pittura. “Attore per passione, ma pittore per professione” è solito dire di sé testimoniando come l’attività pittorica sia da sempre parte integrante della sua personalità. Diplomato a Brera, amico e sodale di grandi artisti del dopoguerra, l’opera pittorica di Dario Fo suscita ormai grande attenzione da parte di critica e pubblico. Lo attestano le mostre a palazzo Reale di Milano, a Spoleto, a Palazzo Forti di Verona, le più recenti al Castello Visconteo di Pavia, a Cuneo e al museo di santa Giulia a Brescia dove le opere del Maestro sono state affiancate a quelle di Chagall: Fo non ha mai nascosto, infatti, il profondo legame che lo lega al tessuto pittorico del grande Maestro russo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS