YEMEN: AL VIA I COLLOQUI DI PACE. SUBITO IL CESSATE IL FUOCO Le negoziazioni tra le fazioni, sotto l'egida Onu, sono iniziate in una località svizzera segreta

355
yemen

In una località segreta della Svizzera sono iniziati, sotto l’egida Onu, i colloqui di pace tra le diverse fazioni yemenite. Proprio mentre entrava in vigore il cessate il fuoco nel Paese arabo, il portavoce delle Nazioni Unite, Ahmad Fawzi, in una conferenza stampa a Ginevra, ha annunciato l’avvio delle “consultazioni che puntano a trovare a una soluzione duratura alla crisi yemenita”. Vi partecipano due delegazioni formate da 12 negoziatori più sei consulenti, una per il governo del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, appoggiato militarmente da una coalizione a guida saudita, e l’altra per i ribelli sciiti Houthi sostenuti dall’Iran.

L’obiettivo, ha spiegato Fawzi, è “cercare di stabilire un cessate il fuoco permanente ed esaustivo, assicurare miglioramenti alla situazione umanitaria e un ritorno a una transizione poltica pacifica e ordinata”. Il mediatore ai colloqui, l’inviato speciale dell’Onu, Ismail Ould Cheikh Ahmed, ha esortato entrambe le parti a rispettare pienamente la tregua appena entrata in vigore, che segna “la fine delle violenze militari in Yemen e la transizione verso progressi basati su negoziati, dialogo e consenso”. Secondo una radio elvetica i colloqui si svolgono in un hotel a Macolin, borgo a nord di Bienne, nel cantone della capitale Berna.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS