MATTARELLA, L’EUROPA E I PRINCÌPI DA NON TRADIRE

528
mattarella

“La battaglia contro il terrorismo si affronta conservando il nostro stile di vita. Difenderemo i nostri principi senza esitazioni”. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della presentazione degli auguri da parte del Corpo diplomatico, parla al mondo per dare conto del pensiero dell’Italia in un momento così critico. “Un’Europa avulsa dalla realtà, avvertita soprattutto come un freddo insieme di norme e procedure, non sarà in grado di conquistare le energie e l’impegno dei giovani”, ha detto il capo dello Stato.

Inevitabile dunque approfondire il discorso sull’Unione europea e sull’esplosione di populismo che ha pervaso il Vecchio Continente: “Alimentati dall’insoddisfazione causata dalla crisi economica, dalla crescente instabilità ai suoi confini e dai timori per la sicurezza, hanno guadagnato peso crescente – ha ricordato – movimenti di opinione che mettono in discussione il percorso compiuto sinora, addebitandogli il crescente disagio sociale e le incertezze di fronte alle crisi croniche e ai tumultuosi eventi degli ultimi mesi”.

Sul tema caldo delle tensioni tra Turchia e Russia ha poi detto di “auspicare che possano sopirsi le tensioni che hanno caratterizzato le relazioni tra Mosca e Ankara, attore importante nella Regione mediterranea e Medio orientale. L’Italia e l’Unione europea stanno lavorando, e lavoreranno, in questo senso e riteniamo di rilievo la ripresa del colloquio tra Unione europea e Turchia”.

Infine sui migranti e il collegato rischio di infiltrazioni terroristiche, ha usato parole parole chiare ed inequivocabili: “Chiudere le porte di fronte a ‘queste masse di esseri umani’ che fuggono da guerre, fame ed oppressione, equivale a cancellare conquiste civili e sociali faticosamente raggiunte. Limitare gli ambiti di libertà sarebbe tradire i principi di democrazia e tolleranza”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY