TEXAS, AGENTE UCCIDE UNO STUDENTE ARMATO DI ASCIA Il giovane, che aveva compiuto 21 anni il giorno prima di morire, avrebbe minacciato il poliziotto

342
miami

Ancora una tragedia negli Stati Uniti, dove un agente di polizia ha ucciso uno studente della University of North Texas che, secondo quanto riportato, lo aveva minacciato con un’ascia. Il Dallas Morning News riferisce che la sparatoria è avvenuta vicino al campus di Denton domenica all’alba e che la vittima è Ryan McMillan. Il ragazzo aveva compiuto 21 anni il giorno prima di morire.

La portavoce dell’università, Margarita Venegas, ha detto che la polizia ha risposto ad una chiamata che denunciava un uomo che stava spaccando i vetri delle auto a due isolati dal campus universitario. Accorso sul posto, l’agente avrebbe sparato a McMillan dopo essere stato minacciato con l’ascia.

I Texas Ranger hanno deciso di aprire un indagine sull’accaduto, per verificare la reale dinamica dei fatti, stabilire se il giovane abbia realmente minacciato l’agente e scongiurare così quello che potrebbe essere l’ennesimo episodio di abuso di forza messo in atto dalla polizia degli Stati Uniti.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS