CINA, PROCESSO AD ATTIVISTA PER I DIRITTI UMANI: SCONTRI DAVANTI AL TRIBUNALE L'avvocato Pu Zhiqiang è famoso per aver difeso numerosi detenuti nei campi di lavoro e l'artista Ai wiewwi

287
cina

Ci sono stati tafferugli davanti al tribunale dove si è svolto il processo a uno tra i più noti attivisti per i diritti umani in Cina, l’avvocato Pu Zhiqiang, famoso per aver difeso numerosi detenuti nei campi di lavoro e l’artista dissidente Ai Wiewei. Supporter e giornalisti sono stati allontanati con la forza, mentre almeno 3 persone sono state arrestate. Pu, 50 anni, in prigione da 19 mesi, è accusato di “disturbare la quiete pubblica” e di “istigare all’odio etnico”. Le prove a suo carico sono sette post caricati su Weibo, il Twitter cinese, nel corso di quattro anni. Nei post l’avvocato criticava la corruzione e la repressione. Il massimo della pena prevista per i capi di imputazione è di otto anni. La sentenza è attesa entro la settimana. In Cina è in corso una nuova stretta nei confronti degli attivisti che sfidano la linea ordinata dal partito comunista. Nella provincia industriale del Guangdong sono stati appena arrestati anche altri 25 sindacalisti indipendenti.

Sempre questa mattina è ricomparso dal nulla il miliardario cinese Guo Guangchang, presidente di Fosun International, dopo giorni di sparizione. Guo, 48 anni, 17° uomo più ricco della Cina, si è presentato come se nulla fosse successo sul palco dell’assemblea annuale di Fosun in un albergo di Shanghai. Ha pronunciato un discorso sulle aspirazioni globali di Fosun, che quest’anno ha acquistato il Club Med, Le Cirque du Soleil e a Milano per 345 milioni di euro Palazzo Broggi, ex quartier generale di UniCredit. Nemmeno una parola, secondo le prime indiscrezioni, sulla sparizione. Giovedì scorso Guo era stato avvistato all’aeroporto di Shanghai circondato dalla polizia. Poi silenzio. Sulle voci di arresto i titoli di Fosun e quelli delle aziende partecipate, venerdì erano stati sospesi a Shanghai, mentre erano crollati a Hong Kong e New York. Nella notte di venerdì il vicepresidente di Fosun aveva detto che “Il signor Guo sta assistendo gli organi giudiziari in certe indagini”. Una conferma ambigua del fermo di polizia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS