GENITORI MOROSI A CORSICO, NIENTE MENSA PER 500 BAMBINI La motivazione del sindaco: bisogna colmare un buco di oltre un milione di euro

421

Grande scalpore ha suscitato l’annuncio di ieri del sindaco di Corsico (nell’hinterland milanese) Filippo Errante, che, dal 7 gennaio prossimo, verrà revocata la mensa per i quasi 500 bambini, i cui genitori non hanno pagato il servizio di refezione scolastica. “Il servizio mensa verrà sospeso a chi non paga. Lo stesso – ha specificato Errante – avverrà per chi non ha intenzione di saldare il debito residuo relativo alle rette dell’asilo o della scuola dell’infanzia. Il debito accumulato è complessivamente di oltre un milione di euro”.

Il primo cittadino, sul piede di guerra contro i morosi, ha deciso di risolvere in modo drastico una situazione pregressa che si è evidenziata a “livelli preoccupanti”, dice. “Fin da luglio, accertato l’enorme debito accumulato nel corso degli ultimi anni – spiega -, avevo chiesto agli uffici comunali di verificare ogni posizione irregolare. Sono emerse situazioni incredibili: persone che non pagano da tanti anni e per tutti i figli che hanno frequentato le scuole dell’obbligo di Corsico”.

Complessivamente, l’accertamento aveva portato a verificare un mancato incasso pari a un milione e 227mila euro. Il Comune aveva conseguentemente avviato un’azione di recupero credito, offrendo soluzioni di rateizzazione, che tuttavia non ha sortito i risultati sperati poiché sono stati recuperati solo 132.000 euro. “Sono state inviate quasi un migliaio di ingiunzioni – aggiunge Errante -, fra tutte le lettere di sollecito inviate, quasi 300 destinatari non hanno nemmeno ritirato la raccomandata”. Di qui, la decisione di rivalsa contro le 486 persone, debitrici di circa 455 mila euro, che non avevano dato risposta. A queste vanno aggiunte circa 46 famiglie con piccoli che frequentano i nidi e le materne. Subito dopo l’Epifania dovranno dare ai propri bambini il cibo preparato a casa, perché non potranno più usufruire del servizio comunale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS