TERRORISMO, DUE SIRIANI ARRESTATI A GINEVRA Dallo scorso mercoledì nella città elvetica è scattato l'allarme in seguito a una segnalazione degli 007 Usa

351

Due persone di origine siriana sono state arrestate a Ginevra dalla polizia svizzera. Tracce di esplosivo sono state rilevate nella loro automobile. Lo ha annunciato la televisione pubblica svizzera, Rts, precisando che le operazioni di polizia sono ancora in corso. L’emittente non ha specificato se gli arresti sono legati alle ricerche di quattro presunti jihadisti in corso da mercoledì, a Ginevra, su segnalazione di servizi segreti esteri.

La città svizzera, dallo scorso mercoledì, ha innalzato il livello di allerta terrorismo dopo aver ricevuto una segnalazione da parte dei servizi segreti statunitensi della possibile presenza a Ginevra o nell’omonimo cantone di quattro presunti terroristi, forse legati agli attentati del 13 novembre scorso che causarono 130 morti a Parigi.

In un primo momento, la polizia elvetica aveva smentito il collegamento dei ricercati con gli attacchi che si sono verificati nella capitale francese, ma poi aveva confermato la notizia comunicando che la Confederazione stessa aveva allertato le forze dell’ordine e messo a disposizione un maggior numero di poliziotti. In particolare gli agenti erano stati schierati nelle vicinanze di obiettivi sensibili come il settore delle istituzioni internazionali, l’aeroporto, la stazione ferroviaria e le sinagoghe

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS