SCOMPARSO IL MILIARDARIO CINESE PADRONE DI CLUB MED Da giovedi scorso, non si hanno notizie del presidente e amministratore delegato di Fosum International

444

Sembra essere scomparso nel nulla il miliardario cinese, proprietario del Club Med, Guo Guangchang. Dell’imprenditore 48enne – presidente e amministratore delegato di Fosun International – non si hanno più notizie da giovedì scorso. A riportare la notizia della scomparsa del 17esimo uomo più ricco della Cina è stata la rivista finanziaria cinese Caixin. Nell’articolo si legge che l’azienda “ha perso tutti i contatti” con il presidente da giovedì mattina. Oggi un portavoce della Fosun ha voluto smentire le indiscrezioni di stampa secondo le quali l’imprenditore sarebbe stato visto per l’ultima volta giovedì, circondato da poliziotti, all’aeroporto di Shanghai, mentre scendeva da un aereo proveniente da Hong Kong.

La società che controlla il Club Med in Francia ed è una dei principali soci del Cirque du Soleil ha deciso di sospendere la contrattazione dei titoli in Borsa a Hong Kong e del titolo della Fosun Pharmaceutical a Shanghai, per evitare ulteriori speculazioni, come quelle avvenute ieri al Nasdaq di New York dove il titolo Fosun International ha perso l’11,4% del suo valore.

Non si conoscono le cause della scomparsa di Guo Guangchang ma, al momento, circolano solo ipotesi di un suo possibile arresto in seguito alla campagna anti corruzione che le autorità cinesi hanno esteso al settore della finanza il mese scorso: l’imprenditore potrebbe essere stato prelevato per essere interrogato. Il nome di Guangchang, infatti, era stato fatto durante il processo di Wang Zongnan, numero uno della catena di distribuzione Bailian, condannato a 18 anni di prigione per appropriazione di fondi e corruzione. Se fosse davvero stato arrestato, Guo sarebbe il primo imprenditore di livello internazionale a cadere nella rete della lotta alla corruzione di Pechino che negli ultimi tre anni ha visto finire in galera migliaia di funzionari di tutti i livelli, compreso Zhou Yongkang, ex membro del potentissimo Comitato permanente dell’ufficio politico del Partito comunista, ritenuto fino a pochi mesi fa “intoccabile”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS