SCONTRI TRA ULTRAS A NAPOLI: 16 ARRESTI E 11 FERITI Già nella notte, nel comune partenopeo, si erano verificati diversi scontri tra le forze dell'ordine e i tifosi delle due squadre

406

Dopo i tafferugli notturni tra ultras azzurri e polacchi, altri momenti di tensione si sono verificati all’esterno dello stadio dove è prevista l’ultima sfida della fase a gironi della Europa League. Gli scontri sono iniziati dopo l’arrivo di una dozzina di tifosi polacchi al San Paolo. La polizia ha respinto gli ultras che cercavano di arrivare nella piazza con una carica di alleggerimento. Cinque tifosi del napoli sono stati arrestati nei pressi di via Giovanni Chiarini, a un passo dallo stadio. Lì, una cinquantina di ultras napoletani che aspettavano quelli del Legia Varsavia.

Il bilancio dei feriti fornito dalla Questura è di 9 agenti del reparto mobile, un poliziotto del commissariato ferito con un petardo e un carabiniere. Anche tre tifosi polacchi hanno riportato delle lesioni durante i tafferugli che si sono verificati a Capodicchio e piazza Garibaldi.

Inoltre la polizia ha sequestro paradenti, guanti da kick boxing, spary urticanti e mazze, passamontagna, martelletti frangivetri e spray lenitivi per i fumogeni: è l’arsenale di cui si erano “armati” i tifosi del Legia Varsavia. Sette persone sono state arrestate e tre denunciate.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS