USA, NON TRASMETTE I DATI SULLA SICUREZZA STRADALE: MULTA DA RECORD PER FIAT CHRYSLER Negli Stati Uniti, il Tread Act - una legge del 2000 - impone alle case automobilistiche di trasmettere mensilmente alla Nhtsa i dati sui propri veicoli coinvolti in incidenti che abbiano causato morti e feriti

261

Fiat Chrysler Automobiles ha acconsentito a pagare una multa da 70 milioni di dollari per chiudere il caso con l’Autorità americana sulla sicurezza stradale. Lo fa sapere l’agenzia Reuters che cita fonti vicine al dossier. La National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa) ha accusato la casa automobilistica guidata da Sergio Marchionne di mancanze nella comunicazione dei dati relativi ai suoi veicoli coinvolti in incidenti che abbiano provocato morti o feriti. Lo scorso settembre Fca aveva riconosciuto la possibilità di discrepanze nella comunicazione, impegnandosi a cooperare per risolvere i dubbi e per evitare simili problemi in futuro.

Negli Usa, il Tread Act – una legge del 2000 – impone alle case automobilistiche di trasmettere mensilmente alla Nhtsa i dati sui propri veicoli coinvolti in incidenti che abbiano causato morti e feriti con lo scopo di appurare eventuali difetti di fabbricazione. Non ci sono però prove né accuse formali sul fatto che Fca abbia intenzionalmente sottostimato i dati dei decessi e dei ferimenti causati da incidenti che vedevano coinvolti mezzi della casa, e neppure che alla Nhtsa sia stato impedito di riscontrare difetti di fabbricazione a causa delle suddette discrepanze. Il problema sembrerebbe legato solo a un difetto di comunicazione. Con il pagamento dei 70 mln di dollari, la Fca chiuderà la partita senza ulteriori strascichi giudiziari.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS