SPOTIFY, IN ARRIVO LIMITAZIONI PER GLI UTENTI FREE La piattaforma di musica streaming ha deciso di riservale le esclusive dei nuovi brani solo per gli abbonati

474
spotify

Molto presto il servizio per i fruitori di Spotify potrebbe cambiare. Infatti la piattaforma di musica in streaming – che oltre all’opzione a pagamento ne garantisce una gratuita per tutto il suo catalogo di brani con interruzioni pubblicitarie – secondo alcune indiscrezioni del Wall Street Journal sta valutando di concedere ad alcuni artisti la possibilità di rilasciare in anteprima brani e album solo per gli utenti a pagamento. Opzione per poco slittata con l’ultimo lavoro dei Coldplay.

In colloqui privati con le etichette, Spotify starebbe considerando di permettere ad alcuni artisti di rilasciare i nuovi album solo al bacino di 20 milioni di utenti paganti, un’anteprima per qualche giorno o settimana per poi di renderli disponibili anche per i quasi 80 milioni di utenti gratis. Lo scorso anno fece discutere la decisione di Taylor Swift di ritirare tutti i suoi album dal catalogo di Spotify proprio in polemica con la politica della piattaforma secondo la quale gli artisti devono rendere disponibili i propri lavori contemporaneamente per tutti gli utenti, a pagamento e non.

Lo scorso mese Adele ha scelto di non pubblicare su Spotify e altre piattaforme di streaming gratuito l’album “25”. La settimana scorsa i Coldplay hanno rilasciato in anteprima su Apple Music – disponibile solo con abbonamento – l’ultimo album “A Head Full of Dreams”, che solo fra qualche giorno arriverà su Spotify. La stessa Spotify, secondo il Wsj, stava per chiudere con i Coldplay un accordo per poter rendere disponibile l’album ai suoi utenti Premium con qualche giorno di anticipo, ma poi ha deciso di rilasciarlo per tutti questo weekend.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS