ORRORE A CASERTA: DANNO FUOCO A UNA LORO CONNAZIONALE, ARRESTATI DUE ALGERINI Dai primi accertamenti risulterebbe che il movente sia riconducibile a una lite scaturita, per futili motivi, tra uno dei due e la donna, sua compagna.

431
perugia

Orrore a Caserta dove due algerini hanno gettato dell’alcol etilico sul corpo di una donna di 38 anni e poi sarebbero rimasti a guardarla mentre bruciava. Solo grazie all’intervento dei carabinieri la donna, che ha riportato ustioni sul 60% del corpo, non è stata uccisa dalle fiamme. Quando gli uomini dell’Arma sono arrivati nell’appartamento, hanno trovato la donna distesa sul letto, avvolta dalle fiamme, mentre i due carnefici la osservavano bruciare. I due algerini hanno anche cercato di impedire alle forze dell’ordine di prestare soccorso alla vittima. Dopo una breve colluttazione, i carabinieri sono riusciti a bloccare i due e, con l’ausilio di un lenzuolo, hanno spento le fiamme che divampavano sul corpo della donna. I due uomini, entrambi clandestini, sono ritenuti responsabili di tentato omicidio in concorso ai danni di una loro connazionale, compagna di uno di loro.

E’ stata recuperata e repertata la bottiglia contenente il liquido infiammabile e un accendino. Dai primi accertamenti risulterebbe che il movente sia riconducibile a una lite scaturita, per futili motivi, tra uno dei due e la donna, sua compagna. La vittima è stata trasportata presso il centro grandi ustioni dell’ospedale Cardarelli di Napoli, presenta il 60% del corpo lesionato ed è attualmente ricoverata in prognosi riservata, in pericolo di vita. Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Santa Maria Capua Vetere su disposizione della competente Autorità giudiziaria.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS