INVECCHIARE IN BUONA SALUTE? IL SEGRETO NEL DNA DI UN PESCE Gli esemplari di Nothobranchius furzeri sono in grado di riprodursi a sole tre settimane e in pochi mesi completano il loro ciclo vitale

428
dna

Invecchiare in buona salute e riuscire a contrastare le malattie tipiche dell’età che avanza, sono due delle principale preoccupazioni di chi più giovane non è. I ricercatori della Scuola Normale di Pisa e quelli dell’Istituto Leibniz di Jena, hanno pubblicato i risultati di una loro ricerca sulla rivista specializzata Cell. Il team di scienziati ha scoperto che il segreto per invecchiare godendo di ottima salute, è nascosto nel Dna di un pesce: il Nothobranchius furzeri.

Gli esemplari di questa specie – sfortunatamente – hanno un ciclo di vita brevissimo, ma hanno sviluppato un sistema che riesce a bloccare il loro sviluppo embrionale molto simile a quello dell’invecchiamento. Questi piccoli pesci sono in grado di riprodursi a sole tre settimane di età e in pochi mesi completa il suo ciclo vitale.

La mappa del Dna del pesce del Mozambico dimostra per la prima volta come, in un vertebrato, i programmi genetici attivati durante l’invecchiamento e lo sviluppo embrionale siano simili. ”Questi animali mostrano un invecchiamento accelerato e permettono di svolgere, nell’arco di mesi, ricerche che richiederebbero anni nel topo”, ha rilevato Alessandro Cellerinodella Scuola Normale di Pisa, che ha cominciato a studiare questo pesce singolare 12 anni fa. Secondo i ricercatori dei due istituti, questa ricerca potrebbe rivelarsi di fondamentale importanza per lo sviluppo di nuovi farmaci per le malattie legate all’invecchiamento e alla neurodegenerazione tra cui l’Alzheimer.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS