“FIAT LUX”, LA BASILICA DI SAN PIETRO SI VESTE DI LUCE Le immagini ispirate alla misericordia e all'enciclica "Laudato sì" saranno proiettate sul Cupolone

667

La facciata barocca della basilica di San Pietro coperta da un banco di pesci azzurri, avvolta in una foresta di coralli, illuminata da centinaia di candele: sono gli straordinari effetti visivi di “Fiat Lux: illuminare la nostra casa comune”, l’installazione visiva ispirata ai temi dell’enciclica “Laudato sì” di papa Francesco e della Misericordia che sarà presentata la sera dell’8 dicembre, in apertura del Giubileo straordinario.

La proiezione, una sorta di opera d’arte contemporanea sui temi del cambiamento climatico, della dignità umana e delle creature viventi sulla terra, proporrà il lavoro di alcuni dei più importanti fotografi e cineasti mondiali che hanno dedicato il loro lavoro alla vita dell’uomo e della natura: tra questi Sebastião Salgado (Genesi e Contrasto), Joel Sartore (National Geographic Photo Ark), Yann Arthus Bertrand (Human), David Doubilet, Ron Fricke e Mark Magidson (Samsara), Howard Hall, Shawn Heinrichs, Greg Huglin, Chris Jordan, Steve McCurry, Paul Nicklen e Louie Schwartzberg.

Il progetto è sviluppato da una partnership a scopo benefico composta dalla Vulcan Inc. di Paul G. Allen, dalla Li Ka Shing Foundation e da Okeanos, in collaborazione con The Oceanic Preservation Society e Obscura Digital, e con il patrocinio dell’iniziativa Connect4Climate del World Bank Group. “Fiat Lux” potrà essere vista dal vivo – in piazza San Pietro, ma anche dalla terrazza di Castel Sant’Angelo, aperto fino alle 22 (e visitabile 7 giorni su 7 durante l’Anno Santo, con aperture serali, eventi e iniziative) – in diretta tv attraverso i network presenti e anche in streaming.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS