MICHIGAN: SPARA A MADRE E FIGLIA, POI SI TOGLIE LA VITA Tragedia a Taylor, morta la bimba di 7 anni mentre la donna è in gravi condizioni. L'uomo era un amico di famiglia

374
omicidio suicidio a taylor

Nuova tragedia negli Stati Uniti legata al possesso di armi. A Taylor (Michigan) una bimba di 7 anni è morta e la madre è in gravi condizioni dopo che un amico di famiglia ha sparato a entrambe e si è tolto la vita nel parcheggio di un campo da calcio dove la piccola aveva appena finito gli allenamenti. Timothy Nelson Obeshaw, 57 anni, era ospite a casa di una coppia di amici. La donna, Sharon Watson, 37 anni, e la figlioletta Emma erano nel parcheggio del centro sportivo dove poco prima l’uomo aveva abbracciato la bimba. Poi la tragedia.

In base a quanto si è appreso, l’uomo ha sparato un colpo di pistola alla testa della bimba, poi ha aperto il fuoco contro la madre. Quindi ha puntato l’arma contro se stesso e si è tolto la vita. La piccola è morta subito, mentre la madre è in prognosi riservata e dovrà sottoporsi a un nuovo intervento. Secondo quanto ha riferito la polizia di Taylor, l’uomo soffriva di disturbi mentali e paranoia. “Pensava che qualcuno lo stesse perseguitando”, ha detto il capo della Polizia di Taylor, Mary Sclabassi. L’arma usata da Obeshaw era stata acquistata legalmente.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS