LOTTA AL JIHAD, L’IRAN: “ILLEGALI I RAID DI FRANCIA E GRAN BRETAGNA” Il viceministro Hossein Amir-Abdollahian: "Manca il coordinamento con Damasco". Berlino vota sull'intervento anti Isis

421
Hossein Amir-Abdollahian

Il mancato coordinamento con Damasco rende i bombardamenti in Siria di Gran Bretagna e Francia “illegali in relazione alla legge internazionale”. Lo ha sottolineato il viceministro irianiano Hossein Amir-Abdollahian. La ragione del successo dell’Iran e della Russia nella lotta la terrorismo in Siria, ha detto ancora il viceministro all’Irna, sta proprio nel coordinamento con il governo e l’esercito siriano.

L’esponente del governo ha anche annunciato che il prossimo incontro multilaterale di Vienna sulla crisi siriana si svolgerà in due-tre settimane ed entrerà più nel merito del rafforzamento della lotta al terrorismo e delle strategie politiche per la Siria. Amir-Abdollahian ha infine avvertito che incontri separati sulla Siria in Arabia Saudita e Giordania sarebbero in violazione dell’accordo fatto tra i Paesi che partecipano agli incontri di Vienna, e condurrebbero al fallimento degli sforzi diplomatici in corso a Vienna, che sono l’unica possibilità di una soluzione.

A Regno Unito e Francia presto potrebbe affiancarsi la Germania. Per è previsto il voto del Bundestag sul supporto militare che Angela Merkel vorrebbe fornire nella lotta al terrorismo di matrice islamica.
I deputati dovrebbero votare sì alla proposta, secondo le previsioni della vigilia. Aerei da ricognizione Tornado, una fregata navale e 1.200 soldati saranno inviati nella regioni. Ma le truppe tedeschi non saranno coinvolte in azioni belliche. Il voto arriva dopo un appello in tal senso di Parigi, sulla scia degli attentati dello scorso 13 novembre hanno colpito Parigi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS