ELEZIONI EGITTO: IL PARTITO DI SAWIRIS VERSO LA VITTORIA Secondo i risultati parziali lo schieramento guidato dal multimiliardario avrebbe ottenuto 65 seggi in Parlamento

451
sawiris

Il partito degli Egiziani liberi, del magnate Naguib Sawiris, avrebbe trionfato alle elezioni parlamentari, conquistando un totale di 65 in Parlamento. E’ quanto emerge dai risultati parziali e non ufficiali del voto dopo il ballottaggio della seconda fase delle elezioni parlamentari, che si è concluso ieri sera alle 21 ora locale. I risultati ufficiali verranno resi noti domani. Al secondo posto sarebbe invece il partito Mostaqbal Watan (Futuro della nazione), che ha dichiarato di aver conquistato 50 seggi in Parlamento nelle due fasi del voto. Il partito è guidato dall’ex presidente del sindacato degli studenti Mohamed Badran, 24 anni, e sostenuto dagli imprenditori Mohamed Farag Amer e Ahmed Abou Hashima. Il partito liberale Wafd si sarebbe aggiudicato 45 seggi in Parlamento, mentre l’ultraconservatore salafita Nour 12 seggi nelle due fasi elettorali. Nel 2011 il partito Nour fu il secondo più votato e ottenne il 24 per cento dei seggi in Parlamento.

Il primo turno di questa fase finale si è tenuto la scorsa settimana e ha visto un’affluenza del 29,8 per cento, con 8 milioni e 412 mila elettori che si sono recati nei seggi elettorali: un dato basso, ma comunque in aumento rispetto al 21,7 per cento del 18 ottobre scorso, quando si è votato per gli altri 14 governatorati. Quello del Cairo è stato, in particolare, tra i collegi elettorali con l’affluenza più bassa al primo turno con il 19,96 per cento, mentre il Sud del Sinai (zona ad alto rischio terroristico) ha registrato l’affluenza più alta con il 41,06 per cento. Male anche l’affluenza all’estero, dove solo 13 mila cittadini hanno votato nei giorni scorsi al ballottaggio. Si tratta di un numero esiguo considerando che sono quasi 8 milioni gli espatriati egiziani, di cui 681.346 con diritto di voto secondo le ultime statistiche aggiornate al referendum costituzionale del gennaio 2014.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS