GUARDIA FORESTALE, IN ARRIVO IL CALENDARIO SOCIAL Le foto illustrano l’impegno del corpo armato per la difesa dell’ambiente a fianco dei cittadini

429

La Guardia Forestale è simile ad un albero. I dodici mesi del nuovo calendario istituzionale del Corpo Forestale dello Stato si aprono con il simbolo per eccellenza della vita, l’albero. Una pianta stilizzata che prende forma e si anima grazie alla partecipazione di tutti: dallo studente all’impiegato,  dall’operaio alla casalinga, dall’imprenditore all’agricoltore. Partendo dal cuore dalle radici del Corpo più profonde, osservando con attenzione la realtà intorno, è stata scelta una nuova forma di comunicazione per realizzare un calendario innovativo che illustra l’impegno del Corpo forestale dello Stato e dei cittadini a tutela della natura.

L’osservazione della realtà, della società e della sua dinamicità sono state fondamentali per la realizzazione del Calendario, il cui messaggio non vuole fermarsi solo negli spazi limitati della carta ma entrare in una nuova dimensione attraverso i profili social istituzionali. La prima tavola è ispirata a uno dei trend più in voga al momento, ovvero il “Selfie”. Il desiderio di cogliere l’attimo che fugge e di rappresentare noi stessi nel modo più semplice e reale: aperti al mondo e desiderosi di condividere esperienze, sensazioni ed istanti.

La seconda tavola, dal titolo “Impegno”, ha come soggetto la mascotte del Corpo: un simpatico aquilotto animato, usato per diffondere, soprattutto tra i più piccoli, un messaggio dedicato all’ambiente ed alla cura della natura. La terza tavola ruota intorno al concetto di “Comunità”. Testimonial d’eccezione lo scrittore e cantautore Francesco Guccini, che ha portato il mondo dei Forestali alla ribalta con due romanzi dedicati al loro complesso lavoro. La foto è stata scatta a Pavana, piccolo borgo, in cui vive il cantautore, simbolo anche dell’attività di presidio dei territori montani e rurali, scrigni di cultura e tradizioni dove la presenza dello Stato spesso è rappresentata dal Comando stazione forestale.

La quarta foto è incentrata sul concetto di “Inclusione: fra le molteplici attività svolte dal Corpo, vi sono anche quelle rivolte agli istituti di pena, attraverso collaborazioni per il recupero di aree degradate e per garantire lo svolgimento di attività che rafforzano la coscienza ambientale anche dei detenuti. In particolare a Nisida, presso l’Istituto penale per i minorenni, è stato costituito un giardino letterario realizzato dai ragazzi con l’impiego di specie forestali autoctone, fornite dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Castelvolturno.

La quinta tavola è dedicata al concetto di “Partecipazione”, ovvero il motore delle iniziative svolte in collaborazione con associazioni per la tutela del territorio. La Forestale è impegnata in prima linea nella lotta alla criminalità ambientale. Padre Maurizio Patriciello, ed il comitato “Noi genitori di tutti” di Casal di Principe si sono prestati come testimonial per ricordare l’impegno a far rinascere una parte d’Italia duramente provata dalla criminalità organizzata.

La sesta foto ruota intorno al “Coraggio”, una componente essenziale. A prestare il proprio volto è Edoardo Stoppa, conduttore televisivo, l’amico degli animali, ritratto insieme ad un forestale, durante un’attività antibracconaggio a difesa elle specie di fauna protetta. La “Determinazione” è invece la qualità che accomuna i forestali alla gente di montagna e ovunque ci sia bisogno di aiuto: nell’affrontare le avversità, nel vivere in un ambiente a volte ostile e nel garantire soccorso in alta quota. Mauro Corona, scrittore e montanaro, autore di numerosi libri dedicati alla montagna stringe un patto di afflato e reciproco rispetto con i forestali d’Italia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS