UNA GIORNATA INTERNAZIONALE PER IL SOSTEGNO AI DISABILI

523
disabili

Si celebra oggi la Giornata internazionale delle persone con disabilità (IDPD). Nata nel 1981, è stata ideata per promuovere la consapevolezza e creare sostegno per i problemi critici relativi all’inclusione delle persone con disabilità nella società. L’obiettivo della Giornata è quello di portare avanti azioni di sensibilizzazione sulla questioni legate all’handicap e richiamare l’attenzione sui vantaggi di una società inclusiva e accessibile a tutti.

Il tema scelto per l’edizione 2015, “Inclusion matters: access and empowerment for people of all abilities” – ossia “Questioni di inclusione: accesso ed empowerment per le persone con tutte le abilità” – vuole focalizzare l’attenzione sulla valorizzazione delle abilità delle persone concentrandosi sulle pari opportunità e sul “potenziamento” delle capacità particolari di ognuno. I “sotto temi” della Giornata saranno: l’accessibilità nelle città; l’aumento dei dati e delle statistiche sulla disabilità e, infine, il favorire l’inclusione delle persone con disabilità “invisibili”.

Sono molti le associazioni che organizzano eventi in questa giornata che puntano all’inclusione delle persone affette da disabilità. Come ad esempio la Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi. Grazie all’iniziativa “Io valgo X 3” l’associazione sarà presenti in diverse città italiane. A Rimini, l’appuntamento per il ritrovo è fissato alle 10.00 davanti al Duomo dove sarà presente anche monsignor Francesco Lambiasi, vescovo della città, per un saluto. La mattinata proseguirà con un corteo animato da 6 centri per ragazzi disabili del territorio che si concluderà con un flashmob. A Bologna si aprirà con un torneo di bowling per i centri diurni residenziali; a Crema la compagnia teatrale “Tracce d’arte” – composta da 26 attori con disabilità – intratterrà quanti si presenteranno nella piazza del Duomo. A Forlì invece il ritrovo è presso il bar Urlo per un aperitivo preparato e servito dai ragazzi de La Fraternità Cooperativa Sociale.

Secondo dati ufficiali, nel mondo circa un miliardo di persone con disabilità devono affrontare quotidianamente numerosi ostacoli all’inclusione in diversi aspetti chiave della società. Di conseguenza, le persone con disabilità non godono di parità di diritti con i normodotati, trovando limitazioni nei mezzi di trasporto, nell’occupazione, nell’istruzione nonché nell’accesso alla partecipazione sociale e politica. Il diritto di partecipare alla vita pubblica è essenziale per avere democrazie stabili, creare una cittadinanza attiva e responsabile nonché per ridurre le disuguaglianze nella società.

Per tali motivi il Dipartimento Usa degli Affari Economici e Sociali, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, ha lanciato un appello affinché le Nazioni si concentrino sulla capacità e non sui limiti degli individui. È altrettanto importante notare che la disabilità fa parte della condizione umana, e che tutti noi o sono o diverranno disabili in un modo o in un altro nel corso della propria vita. Le persone con disabilità – conclude la nota del Dipartimento – devono essere messe in grado di adempiere al proprio ruolo nella società e di poter partecipare su base egualitaria alla vita pubblica come tutti gli altri.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS