NAUFRAGIO AL LARGO DELLA TURCHIA: 3 MORTI E 30 DISPERSI L'allarme è stato dato da due migranti che sono riusciti a nuoto ad arrivare fino a riva

316

Nuova tragedia nel mar Mediterraneo. Tre persone sono morte annegate e altre trenta sono disperse in seguito al naufragio di un barcone di migranti al largo di Cesme, sulla costa egea della Turchia. L’allarme è stato dato da due migranti che sono riusciti a nuoto ad arrivare fino a riva. A riferirlo è l’agenzia Anadolu, secondo cui a bordo dell’imbarcazione c’erano 35 profughi diretti all’isola greca di Chios. Dopo che l’imbarcazione si è capovolta in mare, due dei passeggeri sono infatti riusciti a mettersi in salvo e ad avvisare la Guardia Costiera. I corpi di tre profughi siriani sono invece stati trascinati a riva dalle onde, riporta l’agenzia Anadolu. Al momento è in corso la ricerca dei dispersi con barche ed elicotteri.

L’Unione Europea fornirà da subito 3 miliardi di euro per sostenere la Turchia nel gestire l’emergenza migratoria. È quanto si è deciso nel vertice Ue-Turchia tenutosi a Bruxelles sabato scorso. Dei 3 miliardi, 500 milioni dovrebbero essere stanziati dal bilancio comunitario, e altri 2,5 miliardi dagli Stati membri, anche se resta ancora da definire come. I dettagli del finanziamento, infatti, non sono ancora stati fissati perché molti Paesi non sono d’accordo sulla quota di stanziamento che toccherebbe loro. Nel comunicato finale si spiega che “la necessità e la natura di questo finanziamento sarà rivista alla luce dell’evoluzione della situazione”, aprendo di fatto alla possibilità di ulteriori elargizioni future.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS