CAMPIDOGLIO, ORFINI CHIUDE A MARCHINI: “PROSPETTIVA ESCLUSA” Il commissario Pd: "A marzo primarie di coalizione. Se facciamo il nostro dovere non temiamo nessuno"

405
orfini

Quelle di marzo, che serviranno a scegliere il candidato Sindaco di Roma, saranno primarie di coalizione anche se “bisognerà capire quale”. Archiviato lo spinoso caso Marino Matteo Orfini, intervistato dal Corriere della Sera, guarda avanti, convinto che il Pd possa recitare ancora un ruolo da protagonista nella Capitale. “Se facciamo bene il nostro lavoro non abbiamo paura di nessuno” ha detto il presidente dem. “Tutti quelli che dicono che non ci sono luoghi di discussione del Pd a Roma si facciano un giro nei circoli e nelle sezioni – ha sottolineato -. La discussione si fa là, dove si deve fare e non nei caminetti delle correnti”.

In vista delle urne, “individueremo quali sono i punti di forze e quali i punti debolezza in tutta Roma, troveremo le strategie migliori dove siamo più deboli. Nel mese di dicembre i circoli municipali lavoreranno a conferenze programmatiche”. Alla domanda su che riscontro ci sia stato nei circoli dopo la caduta di Ignazio Marino firmata Pd, Orfini ha rispostp: “C’è stata una bella discussione, ma sempre molto consapevole della necessità di ripartire”. Quanto durera’ ancora il commissariamento del Pd romano? “Non lo so, lo decide la direzione”.

Porta sbarrata per Alfio Marchini, considerato “una prospettiva già esclusa. Sceglieremo il nostro candidato con le primarie. Chi vuole guidare il centrosinistra dovrà parteciparvi”. Mentre Franco Gabrielli “fa magnificamente il prefetto. Va lasciato in pace”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS