NBA: L’ULTIMO ANNO DI “BLACK MAMBA”, BRYANT ANNUNCIA I RITIRO La stella dei La Lakers: "Questa stagione è tutto quello che mi rimane da dare". E' il terzo cestista più prolifico del campionato americano

420
kobe bryant

Americano di nascita ma italiano di adozione (è cresciuto tra Rieti, Reggio Calabria, Arezzo, Pistoia e Reggio Emilia) è stato l’unico a scalfire il mito di Micheal Jordan. Kobe Bryant, stella dei Los Angeles Lakers, ha annunciato il suo ritiro dal basket a fine anno. “Questa stagione è tutto quello che mi rimane da dare -ha spiegato il campione al suo ventesimo anno in Nba su “The Players Tribune” -. Il mio cuore può prendere i colpi, la mia mente è in grado di gestire la fatica ma il mio corpo lo sa che è il momento di dire addio. Il basket ha dato a un bambino di sei anni il sogno dei Lakers e lo amerò per sempre per questo”.

Una carriera da incorniciare quella di “Black Mamba”, 37 anni, come riportano i traguardi raggiunti: terzo cestista più prolifico nella storia dell’Nba alle spalle di due mostri sacri come Kareem Abdul-Jabbar e Karl Malone, cinque titoli, il premio di Mvp nel 2008 e quello di migliore delle Finals nel 2009 e nel 2010 oltre alle medaglie d’oro con gli Usa alle olimpiadi di Pechino e Londra. Una carriera ai Lakers, dal 1996 ad oggi con la maglia della franchigia californiana, Bryant in carriera ha dovuto affrontare anche diversi infortuni nell’ultima parte della carriera a partire da quello dell’aprile 2013 al tendine di Achille a cui sono seguiti un altro infortunio alla tibia e uno alla spalla, problemi che lo hanno costretto a giocare solamente 41 incontri nelle ultime 2 stagioni.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS