SUMMIT SUL CLIMA, SCONTRI CON LA POLIZIA. USATI CONTRO GLI AGENTI I RICORDI DELLE VITTIME DELL’ISIS

347

Tafferugli, scontri tra manifestanti e polizia, idranti in azione. E anche tanti omaggi alle vittime degli attacchi del 13 novembre posti attorno alla statua della Marianne utilizzati come proiettili per contrastare le forze dell’ordine. La prima giornata parigina dedicata al Summit mondiale sul clima è stata di tensione.

In Place de la République gruppi di attivisti hanno tentato un corteo in vista della Cop21, e sono stati fronteggiati dalla polizia, che ha anche sparato alcuni lacrimogeni. Gli agenti hanno anche effettuato alcune cariche. I dimostranti hanno lanciato oggetti e bottiglie di vetro che hanno comunque evitato lo scontro più pesante. I fermati sono un centinaio, rendono noto fonti della Prefettura.

A proposito dell’offesa alle vittime della strage dell’Isis, c’è da sottolineare che molti altri militanti, pacifici, si sono poi adoperati per mettere a posto gli oggetti lanciati dai più facinorosi.

A Roma, in piazza per manifestare pacificamente per la difesa dell’ambiente e del clima oltre 20mila persone.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY