L’ULTIMA “PERLA” DI TRUMP: SCIMMIOTTATO UN DISABILE

432

Donald Trump ha aggiunto una nuova “perla” alla lunga serie di gaffe che hanno caratterizzato la sua campagna per la nomination repubblicana alla Casa Bianca. Il miliardario statunitense stavolta sembra aver superato il limite, facendo il verso ad un giornalista disabile del New York Times, Serge Kovaleski, affetto da artrogriposi. Una “battuta” che il quotidiano ha definito “scandalosa”.

L’incidente si è verificato durante un comizio in South Carolina. Kovaleski aveva messo in dubbio l’affermazione di Trump, secondo il quale dopo gli attentati dell’11 settembre, “migliaia di musulmani in New Jersey” erano stati visti festeggiare in strada. Una circostanza riferita dallo stesso giornalista in un articolo del 2001, co-firmato con altri colleghi, all’epoca in cui lavorava per il Washington Post.

Kovaleski, in una recente intervista sosteneva di non ricordare con precisione i fatti riportati in quell’articolo. Ecco allora che Trump, prendendosi gioco della disabilità del giornalista, che ha gravi difficoltà nei movimenti degli arti, ha cominciato a scimmiottarne i gesti davanti alla platea di sostenitori, ironizzando pesantemente sui suoi “non so, non ricordo”. Il giornalista si è detto “rattristato” ma per nulla “sorpreso del basso livello raggiunto dall’esponente repubblicano nella sua campagna”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS