“LA CHIESA IN COREA DEL NORD E’ NEL MIO CUORE”, L’INIZIATIVA DI SEUL PER L’ANNO DELLA MISERICORDIA L’iniziativa speciale di preghiera è stata annunciata il 24 novembre scorso con una Santa Messa nella Cattedrale di Myeongdong dall'Arcivescovo di Seoul, il Card. Andrew Yeom Soo-jung

428

L’arcidiocesi di Seul – Corea del Sud – in occasione dell’imminente avvio del Giubileo della Misericordia proclamato da Papa Francesco, ha lanciato una nuova iniziativa di preghiera intitolata “La Chiesa in Corea del Nord è nel mio cuore”. Come riportato dall’ufficio comunicazioni della Chiesa locale, le comunità parrocchiali si impegneranno a ricordare quotidianamente nella preghiera, durante tutto il tempo del Giubileo, la comunità dei cattolici presenti al Nord. Secondo le stime ufficiali, infatti, alla fine della seconda guerra mondiale erano presenti nel Paese 57 parrocchie e circa 5.200 cattolici. Dopo la guerra di Corea, però, la Chiesa cattolica del Nord ha subito persecuzioni da parte del governo comunista e oggi si ritiene che vi siano rimasti solo pochi cattolici costretti a vivere la propria fede nel nascondimento.

L’iniziativa speciale di preghiera è stata annunciata il 24 novembre scorso con una Santa Messa nella Cattedrale di Myeongdong dall’Arcivescovo di Seoul, il Card. Andrew Yeom Soo-jung. “Il 2015 segna il 70° anniversario della divisione della Corea – ha esordito il cardinale – .Preparandosi a celebrare il Giubileo della Misericordia, l’arcidiocesi di Seul vuole ricordare la Chiesa cattolica in Corea del Nord, che da allora vive tempi difficili”. “Come Arcivescovo di Seoul e Amministratore Apostolico di Pyeongyang, non ho mai dimenticato la Chiesa cattolica della Corea del Nord e i fratelli e le sorelle che sono lì. Sono sempre stati nelle mie preghiere e restano nei nostri cuori” ha aggiunto Soo-jung, celebrando l’Eucarestia. “La penisola coreana è una delle regioni che hanno più bisogno della misericordia di Dio. Invito tutti ad unirsi in questo movimento di preghiera, tenendo a mente i fedeli cattolici al Nord, e mostrando il nostro amore e la preoccupazione per loro con continue preghiere”, ha rimarcato. I fedeli sono stati invitati a recitare ogni giorno la “Preghiera per la Pace e la Riconciliazione”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS