L’ARTE DI PABLO ECHUARREN IN MOSTRA ALLA GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA L’esposizione non è propriamente una antologica dell’artista romano, ma una mostra tematica che intende mettere in luce l’aspetto “impegnato” dell’arte

399

La Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, lo Gnam di Roma, dedica una mostra all’impegno politico di Pablo Echaurren, 64enne pittore e fumettista italiano, figlio d’arte del pittore surrealista cileno Sebastian Matta, che ha ottenuto grandi successi con le sue opere “dada” sin da giovanissimo. Nel 1977 affiancò alla produzione artistica l’impegno politico e civile italiano segnato dalla lotta di classe e dal terrorismo. L’esposizione della Galleria nazionale non è propriamente una antologica dell’artista romano, ma una mostra tematica che intende mettere in luce l’aspetto “impegnato” dell’arte di Echaurren e il suo contributo al pensiero contemporaneo.

Il percorso espositivo presenta oltre 200 opere dell’artista tra tele, disegni, collage dagli anni settanta ad oggi. Apre la collezione un’ampia sezione di documentazione con i lavori d’esordio, i “quadratini”, acquerelli e smalti di piccole dimensioni che riflettono i miti generazionali (quali la politica e la musica) e le inclinazioni personali per le scienze naturali e il collezionismo. Il cuore della mostra è rappresentato dalla sezione centrale dedicata ai disegni e collage (qui esposti per la prima volta) legati all’esperienza dei cosiddetti “Indiani metropolitani”, artisti nostrani di fine anni settanta che, attraverso l’arte, intendevano criticare “il mondo illusionistico dei media”.

Seguono una serie di grandi tele degli anni ottanta e novanta, che fanno i conti con gli eventi contemporanei e con la problematica ambientale, e alcuni collage degli anni novanta composti con manifesti politici e pubblicitari. La mostra illustra anche le più recenti “pitture da muro”, una serie di quadri sul sistema dell’arte e i lavori di dimensioni minori, come le “Decomposizioni floreali”. L’attenzione viene infine focalizzata sulla “contropittura” di Echaurren, dove il fumetto – il “foglio stampato dipinto” – esprime al meglio la sua visione ironica del presente.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS