MEDIO ORIENTE, KERRY: “RISTABILIRE LA CALMA PRIMA DI RIPRENDERE IL PROCESSO POLITICO” Il Segretario di Stato ha incontrato a Ramallah il presidente dell'Anp. "Gli insediamenti israeliani sono un ostacolo alla pace"

386
abbas kerry

Prima di riprendere il processo politico occorre ristabilire la calma. Lo ha detto il segretario di Stato Usa, John Kerry, nell’incontro con il presidente dell’Autorità nazionale palestinese, Mahmoud Abbas, avvenuto ieri sera a Ramallah. Kerry “ha parlato più volte della necessità di ritrovare la calma prima di tornare al processo politico, ma non ha fatto alcuna proposta precisa e ha detto che sarebbe rimasto in contatto con la leadership palestinese”, ha spiegato Saeb Erekat, esponente dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, in un’intervista ad Aki-Adnkronos International.

Il Segretario di Stato americano ha inoltre espresso il “rifiuto assoluto dell’amministrazione Usa di barattare un consenso americano sulla costruzione di colonie in Cisgiordania con l’attuazione (da parte israeliana, ndr) di misure atte a ricostruire la fiducia dei palestinesi”, come richiesto dal premier israeliano Benjamin Netanyahu. Per Kerry “le attività di insediamento sono un ostacolo sulla via della pace”, sottolinea Erekat. Dal canto suo, Abbas “ha detto a Kerry che la chiave per ritrovare la calma è ricostruire la speranza nella soluzione politica basata sull’opzione dei due Stati”, afferma Erekat, annunciando che l’Anp “si riunirà per prendere in esame l’esito dell’incontro con Kerry e prenderà le opportune decisioni. Ritengo – ha concluso Erekat – che l’Anp darà presto attuazione alla sua decisione di limitare il rapporto con Israele”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS