ALLARME JIHAD IN BELGIO, NEL FINE SETTIMANA SVENTATI DIVERSI ATTENTATI Nella notte tra domenica e le prime luci dell'alba di lunedì, gli agenti hanno infatti compiuto 29 perquisizioni tra Bruxelles, Charleroi e Liegi

366

L’allerta livello 4, i radi della polizia e dell’esercito e il coprifuoco imposto all’intera città, hanno permesso alle forze dell’ordine di sventare una serie di attentati multipli a Bruxelles. Nella notte tra domenica e le prime luci dell’alba di lunedì, gli agenti hanno infatti compiuto 29 perquisizioni tra Bruxelles, Charleroi e Liegi. Lo scrivono i quotidiani l’Echo e De Tijd citando “fonti ben informate”.

Gli inquirenti del Belgio sarebbero alla ricerca di 10 persone che potrebbero compiere attacchi – con armi pesanti e attentati suicidi – simili a quelli che il 13 novembre hanno causato una carneficina a Parigi. Lo ha dichiarato il ministro degli esteri e vicepremier belga, Didier Reynders, in un’intervista rilasciata alla Abc News. La tesi è che la maxi retata ha smantellato una rete di simpatizzanti e e fiancheggiatori, riuscendo così a impedire che la capitale del Belgio – a una settimana dagli attacchi del 13 novembre – fosse colpita così duramente come lo è stata Parigi.

Nel frattempo continuano le ricerche di Abdeslam Salah, il super ricercato delle stragi di Parigi, in fuga da più di dieci giorni. Inoltre la polizia è sulle tracce di Mohamed Abrini, che l’11 novembre sarebbe stato ripreso in un video nella pompa di benzina a Ressons, sull’autostrada in direzione della capitale francese. In Francia dalla proclamazione dello stato di emergenza seguito agli attacchi di Parigi sono state sequestrate 230 armi pesanti: è quanto annunciato dal ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, precisando che dal giorno degli attentati – venerdì 13 novembre – , tra l’altro, state effettuate 1.233 perquisizioni e 165 fermi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS