OBAMA RIUNISCE IL CONSIGLIO PER LA SICUREZZA NAZIONALE: “RAFFORZARE LA LOTTA ALL’ISIS” Nel corso del meeting è stato ribadito come al momento negli Stati Uniti non ci siano specifiche e credibili minacce terroristiche

386
barack obama

Continuare a rafforzare la lotta all’Isis e quella al terrorismo accrescendo la cooperazione militare con gli alleati e distruggendo le reti dei foreign fighter. Queste le indicazioni del presidente americano Barack Obama al Consiglio per la Sicurezza nazionale riunito alla Casa Bianca. Nel corso del meeting è stato ribadito come in America al momento non ci siano specifiche e credibili minacce terroristiche, nonostante il Dipartimento di Stato abbia aumentato il livello di allerta solo ieri e abbia sconsigliato i viaggi all’estero a tutti i cittadini statunitensi fino al prossimo febbraio.

Sempre per trattare il tema della lotta al terrorismo, ieri Obama si è incontrato con il presidente francese François Hollande nello studio ovale della Casa Bianca assicurando l’appoggio Usa alla Francia. Da parte sua, Hollande – che giovedì si recherà a Mosca per incontrare anche Vladimir Putin – ha chiesto di intensificare i raid e un miglior coordinamento delle operazioni contro l’Isis in Iraq e in Siria. Obama ha parlato anche di un incremento dello scambio di informazioni d’intelligence chiedendo espressamente l’apertura al PNR transatlantico, cioè la condivisione dei dati dei passeggeri degli aerei sulla quale non aveva finora trovato il consenso europeo, ma non ha specificato nulla di definitivo sul potenziamento dell’azione militare da parte statunitense. Ha invece nuovamente accusato la Russia di mirare più alla protezione del presidente siriano Assad che all’attacco contro le postazioni Isis presenti nel Paese mediorientale. I due presidenti torneranno ad incontrarsi all’inizio della prossima settimana, a Parigi, in occasione della conferenza globale sul clima.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS