LAZIO, ZINGARETTI VUOLE IL BIS: “PUNTO A GOVERNARE PER ALTRI 5 ANNI” Il presidente della Regione ha tracciato un bilancio del suo primo biennio: "Conti sotto controllo sulla sanità"

351

Nicola Zingaretti punta al bis. Il governatore del Lazio, in occasione dell’evento “A metà, 2 anni in Regione Lazio” andato in scena ieri nell’ex caserma di via Guido Reni a Roma dal gruppo Pd della Pisana, ha detto di essere pronto a ricandidarsi. Zingaretti ha tracciato un bilancio del suo primo biennio alla guida dell’ente territoriale e ha smentito le voci che parlavano di una sua possibile corsa per il Campidoglio per il dopo Marino. “Si’ ma certo, io credo che il mio obiettivo sia fare il presidente per altri 5 anni” ha detto Zingaretti. “Il bilancio lo faranno a tempo debito i cittadini – ha spiegato – Io sono contento perche’ questa era una Regione ferma e senza speranza mentre oggi e’ viva, salva e corre. Sta diventando su molti settori leader di innovazione”.

Tra i risultati ottenuti durante il mandato, fondi europei e sanità. “Il Lazio per la prima volta nella storia è nel gruppo di testa delle Regioni che sfruttano i fondi europei – ha affermato – Abbiamo sfruttato il 100% della vecchia programmazione e siamo state tra i primi ad aver presentato i progetti per la nuova programmazione. E’ una grande vittoria figlia dello sforzo immenso della struttura regionale”. In tema di sanità per Zingaretti la Regione Lazio ha vinto.

“Da noi la sanità non funzionava e non funziona in parte per tanti motivi. Otto anni fa il Lazio è stato commissariato perché produceva 2 miliardi di disavanzo. Tecnicamente eravamo falliti. Ora i conti sono sotto controllo, finalmente abbiamo fatto decreti per la stabilizzazione dei precari e stiamo investendo sulle infrastrutture. Il problema non è risolto ma oggi è meglio di ieri e domani sarà meglio di oggi. La strada intrapresa è quella giusta”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS