CRITICA IL SUO LIBRO, SCRITTORE VIAGGIA PER 700 KM E LA PICCHIA

420

Ricevere e saper incassare una critica al proprio lavoro – soprattutto se è costato molto in termini di fatica ed impegno – non è mai facile, ma se si decide di fare lo scrittore, l’opinione, a volte negativa, dei lettori è una cosa con cui prima o poi si deve fare i conti. Di avviso contrario sembra essere un autore inglese che ha percorso oltre 700 chilometri in macchina per spaccare una bottiglia in testa a una ragazza scozzese che aveva giudicato negativamente la prima parte del suo ultimo romanzo.

Lo scrittore si è talmente infuriato che ha ha rintracciato – risalendo al suo indirizzo tramite i social network – la giovane che aveva stroncato il suo lavoro. Si è messo in macchina e dopo aver guidato per ore ha raggiunto il supermercato dove la ragazza lavora come commessa e l’ha aggredita, colpendola più volte con una bottiglia in testa.

La donna è stata trasportata d’urgenza in ospedale, mentre il suo aggressore si è dichiarato colpevole, ammettendo di essersi messo in viaggio con l’unico scopo di “punire” colei che aveva stroncato il suo libro. In passato l’uomo era già stato condannato per stalking. La sua ossessione per una ragazza era così forte, tanto da spingerlo a pubblicare un romanzo con lei come protagonista.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS