FRANCIA, AL SICURO GLI OSTAGGI DI ROUBAIX. LE AUTORITA’: “NON E’ TERRORISMO” In un tentativo di rapina un commando di tre uomini armato si è barricato all'interno di una casa al nord della Francia

224

Torna la psicosi del terrorismo in Francia. Sono da poco passate le venti quando i media transalpini lanciano l’allerta: un commando di tre uomini muniti di armi pesanti di tipo ”kalashnikov” – di cui uno verrà ucciso dalle teste di cuoio – si barrica in un’abitazione di Roubaix, nel nord della Francia, vicino al confine col Belgio, in seguito a una rapina finita male.

Sul posto vengono subito inviate le forze dell’ordine e quelle speciali del Raid. I tre malviventi aprono il fuoco contro gli agenti. Sul suo sito internet il quotidiano La Voix du Nord annuncia i primi feriti, poi smentiti dal ministero dell’Interno a Parigi. In ostaggio il direttore di una banca, la moglie, “i bambini”, riferiscono fonti vicine all’inchiesta. Notizie mai confermate ufficialmente, almeno fino all’epilogo a tarda sera, quando la prefettura annuncia che tutti gli ostaggi sono liberi. Mentre un sequestratore viene ucciso dalla polizia e altri due malviventi arrestati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS