IL CARD. BASSETTI: “QUELLA DI OGGI E’ GUERRA CONTRO L’UMANITA’ INNOCENTE” Le parole del cardinale arcivescovo nel suo editoriale "La risposta di Francesco", pubblicato su "L'Osservatore Romano"

459

Il conflitto innescato dalla “follia terroristica” è indubbiamente una “guerra contro l’umanità” e il prossimo viaggio del Papa in Africa rappresenta una “sapiente forma di risposta a questa violenza cieca e sanguinaria che da troppo tempo sta colpendo il mondo intero”. Utilizza queste parole il cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, nell’ultimo editoriale intitolato “La risposta di Francesco” su “L’Osservatore Romano”.

La guerra di oggi, secondo il prelato, è, in primo luogo, una guerra “contro l’umanità innocente, colpevole solo di abitare i luoghi degli attentati”; e in secondo luogo, una “guerra liquida” dove “il terrore e la morte esplodono all’improvviso, senza campi di battaglia definiti e con eserciti che si formano e si liquefanno repentinamente, come se fossero apparentemente invisibili”.

Il 2014, ricorda Bassetti, è stato l’anno con più attentati dal 2001 ad oggi: oltre 32mila. Ed il gruppo terroristico che ha prodotto più vittime è stato Boko Haram in Nigeria: circa seimila e seicento. Per questo motivo, dopo “i disumani attentati di Parigi”, il prossimo viaggio del Papa in Africa ha “un significato importantissimo” che può essere sintetizzato con tre parole: “dialogo, periferie, misericordia”, per sostituire “ai muri di separazione dei luoghi di ascolto”. L’Anno giubilare, che inizierà con questo viaggio, per Bassetti è “una preziosa opportunità “per cambiare rotta, per invertire ogni statistica di morte”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS