AFGHANISTAN, RAID AEREO A HELMAND: UCCISI 45 TALEBANI l processo di pacificazione era stato bloccato dopo l’annuncio della morte del mullah Omar, guida spirituale e capo supremo degli integralisti

345

In Afghanistan circa 45 militanti talebani sono stati uccisi nel corso di un attacco aereo nella provincia meridionale di Helmand. “Il raid aereo è stato condotto sulla posizione dei militanti a Choghak, località del distretto di Sangin, sabato sera, uccidendo 45 militanti armati”, ha spiegato il portavoce del dipartimento di polizia provinciale, Shah Mahmood Ashina. “Gli insorti hanno cercato di assaltare i checkpoint a nordest della capitale provinciale prima di finire nel mirino” ha aggiunto il portavoce, spiegando che “un numero imprecisato di militanti sono stati feriti dal raid”. Helmand è una importante roccaforte dei talebani i quali negli ultimi mesi hanno intensificato gli attacchi per cercare di conquistare nuovo territorio e consolidare le posizioni in vista dell’inverno.

Intanto Pakistan e Stati Uniti rilanciano il processo di pace con i talebani afgani. Il processo di pacificazione era stato bloccato dopo l’annuncio della morte del mullah Omar, guida spirituale e capo supremo degli integralisti, avvenuta il 23 aprile del 2013 forse in seguito a una tubercolosi. La decisione è stata presa durante recenti colloqui tra il capo delle forze armate pachistane, generale Raheel Sharif, e i vertici dell’amministrazione della Casa Bianca, tra cui il vice presidente Joe Biden, durante una visita a Washington dell’alto ufficiale pakistano, conclusasi in queste ore.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS