IL CAPO DELLO STATO A NAPOLI: “LA CULTURA CI RENDE LIBERI” Alla cerimonia di apertura dell'Anno accademico all'Istituto Sant'Orsola Benincasa, Sergio Mattarella cita il filosofo Epitteto

864
mattarella

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel ricordare i tragici fatti di Parigi, di una settimana fa, nel discorso di apertura all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Istituto Suor Orsola Benincasa, a Napoli, ieri, venerdi 20 novembre, la cultura vi farà liberi e uomini di cultura, tanti studiosi, scienziati e pensatori hanno sempre ribadito questo ammonimento”, ha ricordato il filosofo Epitteto, che diceva: “La cultura vi farà liberi”. “La cultura fende protagonisti”.

Nella storia, tanti “intellettuali, studiosi, scienziati e pensatori, hanno sempre ribadito questo ammonimento”, ha aggiunto il Capo dello Stato. La scuola, l’Università, devono formare allo spirito critico, che “si acquisisce attraverso lo studio, la cultura, la riflessione e l’osservazione”. La violenza è “frutto dell’intolleranza e dell’oscurantismo”. L’arma più efficace, per difendersi, è “l’impegno alla formazione culturale, a stimolare cultura, a farla crescere, a distribuirla e difenderla”.

La citazione del filosofo greco non è nuova, per il presidente Mattarella, anche prima dell’insediamento al Quirinale. In un’intervista video del 2010, infatti, commentava la stessa frase di Epitteto: “Si è davvero liberi, dall’ignoranza, dal bisogno, dalla violenza, se liberi sono anche gli altri”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS