IL TRIBUNALE DI MILANO DA RAGIONE A MEDIASET, CHIUSO IL SITO ROJADIRECTA Il portale dello sport in streaming non potrà riaprire con questo nome indipendentemente dal paese in cui viene registrato il dominio

296

Niente più streaming pirata: stop a SerieA, Champions ed Europa League. Basta al calcio straniero, al tennis o al Nba. O almeno su Rojadirecta, uno dei più famosi siti che trasmettevano partite di calcio ed incontri sportivi, che non è più disponibile online. Lo ha deciso la sezione specializzata Impresa del Tribunale di Milano su richiesta di Mediaset, che definisce la sentenza di “particolare rilevanza giurisprudenziale in tema di lotta alla pirateria”. Infatti, Il giudice questa volta non si è limitato ad agire sul sito ma “ha ordinato a un importante fornitore italiano di connessione internet di inibire a tutti i propri clienti l’accesso al dominio it.rojadirecta.eu”.

L’azienda, avrà il dovere di oscurare non solo il dominio .eu, ma tutti i siti con nome “Rojadirecta indipendentemente – scrive Mediaset in una nota – dal paese in cui sono registrati”. I fornitori di connessione internet, solitamente, si adeguano alle decisioni della giustizia, ma la sentenza li chiama a vigilare direttamente sul fiorire di nuove derivazioni del sito di streaming, inibirlo ai propri clienti e a rispettare le decisioni che riguardano piattaforme già dichiarate pirata. Il Tribunale ha inoltre fissato una penale di 30mila euro per ogni giorno di ritardo nell’attuazione del provvedimento che, “darà un impulso determinante ai fornitori di connettività nell’inasprire – continua Mediaset – tutte le iniziative idonee a contrastare la pirateria sui contenuti a tutela di tutte le imprese editoriali italiane”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS