IL BRASILE CELEBRA “LA GIORNATA DELLA COSCIENZA NERA”

388
zumbi

Il Brasile celebra lo Zumby Day, vale a dire la “Giornata della Coscienza Nera”. Un momento di riflessione, istituito nel 2003, dedicato all’importanza del popolo africano per la costruzione della cultura nazionale e anche alla conquista di diritti e opportunità derivante dalla diversità etnica. La data e il nome sono dovuti a a Zumby, leader e ideatore del “Quilombos dos Plamares” (rifugio degli schiavi), che morì il 20 novembre del 1695 durante una battaglia per la difesa del suo popolo e della sua comunità.

I Quilombos rappresentarono un modello di resistenza alla schiavismo e anche una forma di mantenimento collettivo di usi e costumi della popolazione nera. La quale, successivamente, ha avuto un peso determinate nella costruzione del sistema politico, sociale, gastronomico e religioso brasiliano. Nelle scuole e nei centri culturali, per l’occasione, si svolgono iniziative volte a valorizzare l’eredità lasciata dagli africani.

Fino al 2003 imperatori, navigatori, esploratori e capi militari bianchi erano considerati eroi nazionali anche dai neri. Zumby è stato il primo nero a essere celebrato per il ruolo svolto nella costruzione di un Paese multietnico. La “Giornata della Coscienza Nera” può essere, dunque, considerata come ricorrenza nazionale di tutti i brasiliani che si battono per una società veramente democratica, egualitaria, che unisce tutte le persone che lavorano in un progetto nazionale che affronta la diversità create nel nostro processo politico.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS