LA PROCURA DI PARIGI CONFERMA: “ABDELHAMID ABAAOUD MORTO NEL BLITZ DI SAINT DENIS” Plauso del premier Manuel Valls all'eccezionale lavoro della polizia e dei servizi segrgeti

371
abaaoud

Dopo le molte dichiarazioni di giornali – anche d’oltreoceano – e le conseguenti smentite, la Procura di Parigi ha comunicato ufficialmente la morte di colui che era considerato una delle menti degli attentati del 13 novembre che hanno sconvolto la capitale francese. Il belga Abdelhamid Abaaoud è stato formalmente identificato come una delle persone morte nel blitz di ieri a Saint Denis, sobborgo della capitale francese.

Anche se la polizia inizialmente riteneva che il belga di origini marocchine di trovasse in Siria, la sua presenza è stata confermata nell’appartamento di rue de Corbillon a Saint Denis dove il blitz delle forze armate francesi è andato avanti per ore, nella notte tra martedì e mercoledì.

“Il cervello, anzi uno dei cervelli, perché bisogna essere prudenti, e abbiamo visto le minacce, è stato ucciso” nell’operazione di ieri nel sobborgo parigino di St. Denis, ha riferito il premier francese Manuel Valls davanti all’Assemblea nazionale. Il primo ministro, inoltre, ha reso omaggio al “lavoro eccezionale dei nostri servizi e della polizia” per l’operazione che ha portato all’uccisione a St. Denis di Abdelhamid Abaaoud.

“Abdelhamid Abaaoud è stato appena formalmente identificato, dopo il confronto delle impronte digitali, come una delle persone uccise durante il raid” della polizia a Saint Denis, sobborgo di Parigi. “Era il corpo che abbiamo scoperto nell’edificio, crivellato di proiettili”, afferma la procura di Parigi in una nota.

Per l’identificazione gli inquirenti hanno dovuto aspettare i dati genetici del terrorista che sono stati trasmessi nella notte dalle autorità del Belgio alla Francia. Si è potuto quindi procedere al riscontro con le impronte digitali del cadavere di Abaaoud. Lo riferisce iTélé, spiegando che Abaaoud – essendo cittadino del Belgio, dove peraltro era stato condannato a vent’anni di prigione – non aveva una scheda francese con i suoi dati genetici. Questo spiegherebbe anche l’attesa di oltre 24 ore passate prima della conferma ufficiale dell’identità di Abaaoud.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS