AIRBUS CADUTO SUL SINAI, I JIHADISTI “LA BOMBA ERA DENTRO UNA LATTINA DI BIRRA” Sulla rivista Dabiq l'Isis ha pubblicato una foto dell'ordigno. Secondo il quotidiano russo "Kommersant" è stata piazzata sotto un sedile

454
airbus abbattuto sul sinai

La bomba che ha fatto precipitare l’Airbus russo 321 con a bordo 224 persone sarebbe stata nascosta all’interno di una lattina di birra. Lo ha fatto sapere il Califfato sul proprio mensile online Dabiq. Nella foto pubblicata dal giornale compaiono infatti l’involucro di una “Schweppes Gold” insieme a un detonatore e all’innesco su sfondo blu. In un’altra immagine si vedono passaporti presuntamente emessi in Russia e appartenenti ad alcune delle vittime dello schianto, che sarebbero stati “ottenuti dai mujaheddin” del gruppo. L’ordigno, si precisa, fu portato sull’aereo approfittando delle falle nel dispositivo di sicurezza dell’aeroporto egiziano di partenza, a Sharm el-Sheikh. In origine, afferma ancora l’Isis, l’intenzione era di colpire un aereo occidentale. Si cambiò obiettivo dopo che Mosca intraprese la campagna di bombardamenti in Siria. In una precedente rivendicazione, i jihadisti affermavano che avrebbero scelto in piena autonomia quando e come divulgare i dettagli dell’attentato.

Secondo quando riportato da un giornale russo, fra l’altro, la bomba sarebbe stata piazzata sotto un sedile passeggeri e non nel compartimento bagagli, come si era detto in precedenza. “L’epicentro dell’esplosione dovrebbe essere avvenuto alla fine della cabina, dove si trovano frammenti della coda. Secondo le prime informazioni, l’ordigno potrebbe essere stata posta sotto il sedile del passeggero vicino al finestrino”, scrive il Kommersant. La fonte citata ha dichiarato che la successiva distruzione della cellula dell’Airbus A321 ha causato la rottura dell’aereo a mezz’aria, uccidendo tutte le 224 persone a bordo del volo 9268. “(l’aereo) si è spezzato a mezz’aria e le persone che erano a bordo sono stati uccise quasi istantaneamente da un forte calo di pressione”. Una indagine del Servizio di Sicurezza Federale (FSB) russo ha scoperto tra i relitti una parte della fusoliera dell’aereo con un buco nello scafo di più di tre piedi di diametro e le cui estremità sono curvate verso l’esterno, secondo il giornale. Gli esperti hanno detto che il buco potrebbe essere stato formato dall’esplosione di una bomba.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS