FISCHI E “ALLAHU AKBAR” DURANTE IL MINUTO DI SILENZIO PRIMA DI TURCHIA-GRECIA Prima dell'inizio del match giocato a Istanbul alcuni tifosi hanno contestato l'omaggio alle vittime della strage di Parigi

410
turchia-grecia

Un fatto vergognoso e inquietante si è verificato ieri sera prima della partita di calcio tra Turchia e Grecia a Istanbul. Durante il minuto di silenzio in omaggio alle vittime degli attentati di Parigi dello scorso 13 novembre dagli spalti occupati dai tifosi ospiti sono partite bordate di fischi accompagnati dallo slogan “Allahu akbar” (“Dio è grande”) pronunciato dai jihadisti durante la strage andata in scena nella capitale francese. L’invocazione di Allah è stata documentata anche da alcuni video postati su Twitter.

Nella situazione che stiamo vivendo è difficile capire se questa condotta possa essere qualificata come una “bravata” delle frange oltranziste della tifoseria turca o come un vero e proprio sostegno alla jihad. Di sicuro c’è che la società del grande paese asiatico si sta progressivamente islamizzando e ciò provoca non poche preoccupazioni a livello internazionale. La Turchia è, infatti, anche scossa dai sempre più frequenti attentati da parte delle forze del Pkk. Uno scenario di fragilità politica che può favorire il fondamentalismo come già avvenuto in Siria.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS