ATTACCHI IN FRANCIA, CAZENEUVE: “IDENTIFICATI DIVERSI ORGANIZZATORI ED ESECUTORI” Centoventotto perquisizione nella notte, 23 arresti tra domenica e lunedì. Il ministro dell'Interno: "Attentati pianificati tra Siria e Belgio"

425
  • Español
isis

La polizia francese la scorsa notte ha perquisito 128 case nell’ambito di un’operazione legata agli attentati del 13 novembre a Parigi. Lo ha annunciato, nel corso di un’intervista alla radio “France Info”, il ministro degli Interni Bernard Cazeneuve. Si tratta del secondo blitz notturno dopo quello condotto tra domenica e lunedì e nel quale 23 persone sono state arrestate e sono state sequestrate 31 armi, tra cui diversi kalashnikov e un lancia granate. “L’indagine sugli attacchi di venerdì scorso va avanti velocemente” ha spiegato Cazeneuve il quale non ha fornito dettagli ma ha sottolineato che “sono stati identificati alcuni organizzatori ed esecutori degli attentati”.

Il ministro ha poi respinto le critiche mosse nei confronti dell’apparato di sicurezza ribadendo che la strage è stata pianificata “tra Belgio e Siria” e molti dei criminali coinvolti non erano noti ai servizi segreti francesi. Cazeneueve ha infine ricordato che in estate erano stati sventati 6 attacchi simili. Per scongiurare nuove stragi, ha assicurato il titolare degli Interni, sono stati mobilitate 115mila unità tra “poliziotti, gendarmi e militari”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS