LA SANTA INDIGNAZIONE

1119
  • English
  • Español
ALDO BUONAIUTO

I tragici fatti di Parigi hanno riproposto l’uso drammaticamente distorto della religione. Si vorrebbe far credere che in nome di una fede si possano compiere orribili delitti, ma come ha detto Papa Francesco, “utilizzare il nome di Dio per giustificare la strada della violenza e dell’odio è una bestemmia”. Eppure la provocazione contro le religioni ormai è continua, costante, strategica. 

Proprio in questi giorni in Toscana, si sono consumate alcune assurdità. Alla scuola elementare Matteotti di Firenze, per non discriminare studenti appartenenti ad altre religioni non cristiane, viene annullata la visita alla prestigiosa mostra “Bellezza Divina” in corso a Palazzo Strozzi. In un’altra città, Lucca, tra qualche giorno sarà inaugurato il Fotolux Festival, biennale internazionale di fotografia, dove all’interno era prevista l’esposizione di un’immagine scattata dall’artista americano Andres Serrano, la “Piss Christ” (letteralmente tradotto “Cristo di piscio”) che mostra un crocifisso immerso in un barattolo di urina dell’autore. Nella stessa occasione, inoltre, sarà esposta anche l’opera di Rheins raffigurante la Vergine Maria ritratta con una generosa scollatura sui seni e con sguardo provocante.

All’irriverenza non c’è più limite, specialmente se il tema è la cristianità. Il noto Marilyn Manson, sempre in Toscana, alla vigilia della visita del Santo Padre durante un suo concerto ha dato fuoco alla Bibbia. Sembra che la blasfemia per i simboli cristiani debba assolutamente essere tollerata, potendo raggiungere anche il massimo della bassezza umana come la dissacrazione della Sacra Scrittura e del crocifisso.

Il silenzio dei tanti cattolici questa volta è assordante. Forse saranno intimoriti o confusi dai continui e feroci attacchi contro la Chiesa. Sicuramente il grande impegno di Papa Francesco se da una parte suscita tanta ammirazione, dall’altra sta svegliando il “drago antico”, satana, con tutte le sue legioni, spiriti immondi che si scatenano nello sporcare il Corpo Mistico di Cristo.

E’ ingenuo pensare che i sistematici scandali perpetrati settimanalmente ormai da tempo non abbiano la regia del “grande istigatore” il quale opera attraverso i suoi servi.

Dal corpo umano alle relazioni, dal concepimento alla costituzione della famiglia, dalla sofferenza alla morte, anche le attuali agenzie educative mostrano sfacciatamente la propria avversione contro quel sacro che nel suo specifico è la cristianità.

E come possono le istituzioni che professano l’attenzione a non discriminare o urtare tutte le sensibilità, diventare invece loro stesse discriminanti nei confronti dei cattolici? Questa palese contraddizione sembra più voluta che casuale. La triste realtà dei nostri tempi è il tradimento e il rinnegamento dei valori cristiani. Le coscienze dei giovani vengono non più formate bensì deformate alla sottocultura del degrado e di tutto ciò che è dissacrazione.

Nei giorni scorsi ho gridato, insieme ad altre persone di buon senso, l’indignazione per quello scempio previsto nella mostra di Lucca, invitando gli organizzatori a scusarsi e a ritirare l’opera blasfema. L’obiettivo è stato raggiunto: il “Piss Christ” è stato ritirato dal catalogo. Ora però resta aperto il fronte fiorentino, e per questo lancio un appello agli insegnanti della Matteotti: portate tutti i bambini a vedere la mostra “Bellezza Divina”, senza inutili paure. Firenze, culla della cultura, non può cadere così in basso. Dividere e separare è il terreno di coltura dove si sviluppa l’odio. Ora più che mai è necessario imparare dalla orribile lezione di Parigi.

Foto: Tania/FotoA3/Contrasto

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

7 COMMENTS

  1. Carissimo don Aldo, GRAZIE!
    Abbiamo tutti un grande bisogno di Cristiani come Lei e di parole come le Sue, urlate, a gran voce! …come ci dice Gesù: ‘dai tetti’.
    Vedo e sento intorno a me un torpore generale, diffuso, un torpore pericoloso.
    Io personalmente ho firmato la petizione contro Photolux Fest. e con me altri amici che ho cercato di coinvolgere, ma nella campagna di sensibilizzazione contro halloween non sono stato così fortunato…
    E’ evidente che alle coscienze degli ultimi tempi piace dormire…tranquilli.
    Grazie don Aldo. Almeno Lei continui ad indignarsi, anche per noi.
    B.P.

  2. Grazie Don Aldo,
    “C’è molta logica in queste follie”, è un mondo questo, una mentalità, che inizia con l’affermazione pazzesca secondo cui “il pensiero crea la realtà” (razionalismo di Cartesio, Kant ed Hegel), e che potrebbe terminare in un delirio suicida o nel “nichilismo” di un Freud – Marcuse – Sartre – Nietzsche, e sessantottini vari. Si raccoglie ciò che si semina, e anche “chi semina vento raccoglie tempesta”. La prudenza suggerisce di prepararsi ad un forte tsunami, un probabile e possibile diluvio di follie. Parigi docet. Sursum corda.

  3. Egregio don Aldo,
    a gridare contro la mostra blasfema di Lucca siamo stati in TANTI attraverso a raccolta di firme di CitizenGO. Grazie per la divulgazione attraverso questo articolo.

  4. Grazie, mi associo alle altre risposte in commento. Dove stiamo andando, mi chiedo! Poi ricordo dal Vangelo: “solo tu Signore hai parole di Vita Eterna’. Grazie don Aldo.

  5. Padre mio in CRISTO DON ALDO BUONAIUTO
    Grazie ,in questi momenti di grande disagio spirituale,umana,psicologica,mantienici vicino come hai sempre fatto con la voce in CRISTO.Ci aiuti PADRE, a vedere sempre Il bene contro il male

LEAVE A REPLY