INONDAZIONI IN CINA: 16 MORTI E CENTINAIA DI SFOLLATI Frane e smottamenti dovuti alle intense piogge degli ultimi 3 giorni

293

Sarebbero 16 le vittime e una trentina i dispersi di una serie di inondazioni che hanno innescato sabato sera smottamenti di terreno nella provincia orientale di Zhejiang, subito a sud di Shanghai. Più di 27 case sono state sepolte da fango e detriti. Oltre 300 persone sono state evacuate. Le inondazioni sono le peggiori dal 1961. Nella provincia centrale dello Hunan piogge torrenziali non hanno causato finora vittime accertate ma hanno costretto 8.200 persone a lasciare le loro case. Non si ferma inoltre l’allerta meteo per le prossime ore: numerosi corsi d’acqua della provincia orientale sono a rischio straripamento.

L’evento più drammatico delle ultime ore si è verificato stamani alle 10:50 (ora locale) nel villaggio di Liandu. Una frana, provocata da 3 giorni di piogge ininterrotte, ha colpito il villaggio causando 9 vittime. Altre 28 persone risultano disperse e una ventina di abitazioni sono rimaste sepolte da fango e detriti. Centinaia gli sfollati. Le operazione di ricerca e soccorso stanno coinvolgendo più di 2.300 persone tra operatori del pronto intervento e semplici volontari, 7 cani appositamente addestrati e più di 60 unità con attrezzature speciali.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS