PARIGI, AUTO IN FUGA CON 4 UOMINI ARMATI Una ragazza italiana, Valeria Solesin, 28 anni, risulta al momento "irrintracciabile". Altri due italiani sono feriti

389

E’ scattato l’allarme per un’auto con quattro persone armate che ha forzato un casello autostradale nelle Yvelines, a sud-ovest di Parigi. Secondo fonti di Le Parisien, la polizia sta inseguendo l’auto, una Citroën Berlingo con quattro uomini pesantemente armati, individuata ad Ablis e diretta a Parigi.

Di ora in ora cambiano le cifre del drammatico attacco a Parigi. L’ultimo, per ora, bilancio è di 128 morti e 200 feriti, circa 80 in gravi condizioni. Una ragazza italiana, Valeria Solesin, 28 anni, risulta al momento “irrintracciabile”. Altri due italiani sono feriti. “Non abbiamo notizie di Valeria, sappiamo che non e’ nella lista dei deceduti, e’ un piccolo conforto. Speriamo sia tra i feriti – ha detto all’ANSA Luciana Milani, mamma di Valeria Solesin – ma la Farnesina ci dice che gli ospedali parigini sono ‘blindati’ ed è difficile accedere alle informazioni”.

Sul fronte delle indagini, è stata possibile attraverso il controllo delle impronte digitali l’identificazione del corpo di un francese, quindi noto ai servizi di sicurezza, tra quelli dei terroristi uccisi al teatro di Bataclan. Gli inquirenti sperano di avere altri riscontri – impronte, Dna – dagli esami autoptici in corso all’Istituto di medicina legale sui corpi degli altri terroristi. Le piste che stanno seguendo gli inquirenti francesi in queste ore si allargano poi ad altri paesi europei, dal momento che, secondo alcuni testimoni, gli assalitori sono stati visti in un’auto con la targa belga, cosa che lascia aperta l’ipotesi dell’arrivo di una squadra di terroristi dal Belgio. E dalla Germania questa mattina sono arrivate le dichiarazioni del primo ministro bavarese Horst Seehofer che ha detto che vi sono “ragionevoli elementi per credere” che un uomo arrestato lo scorso cinque novembre fosse collegato al gruppo dei terroristi di Parigi. L’uomo, 51enne del Montenegro, è stato fermato a bordo di un’auto dove erano nascoste mitragliette ed esplosivo, trovate dalla polizia durante un controllo di routine. Dai documenti di viaggio risultava che l’uomo fosse diretto a Parigi.

La Tour Eiffel intanto resterà chiusa “fino a nuovo ordine”. Lo ha comunicato la società che gestisce il monumento simbolo di Parigi. Chiusi anche i cinema multisala delle catene Ugc, Gaumont e MK2 per tutta la giornata di oggi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS