DA BARI UN SOFTWARE PER “STUDIARE LE OPINIONI RELIGIOSE” L'obiettivo è quello favorire una pastorale al passo con i tempi guardando in particolare alla nuova frontiera del "continente digitale"

311

Un’app per scaricare la musica, un programma per gestire la posta elettronica e da oggi anche un software per “studiare le opinioni religiose” sul web. Si tratta di una sorta di strumento per effettuare “sondaggi” in automatico, analizzando le opinioni presenti nei forum religiosi. La proposta arriva dal Centro di orientamento pastorale (Cop) e dall’animatore della cultura e della comunicazione e webmaster Cop di Bari. Il loro scopo è quello di favorire una pastorale che sia al passo con i tempi capace d’intercettare i fronti caldi dell’opinione pubblica, guardando in particolare a quella nuova frontiera che è il “continente digitale”.

“La conoscenza dell’opinione pubblica – spiega monsignor Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina e presidente del Cop – serve ad avere consapevolezza di quali siano le domande, i bisogni e le problematiche del popolo di Dio. Non per adeguarsi, ma per rispondere meglio alle richieste della gente, mettendo in campo progetti di formazione cristiana molto concreti, legati alla vita e ai bisogni reali delle persone. Non dimentichiamo che il popolo di Dio è anche sorgente d’ispirazione: il Signore parla attraverso il suo popolo”.

Il campo di studio è quello della “sentiment analysis”, che analizza le opinioni, le valutazioni, le attitudini e le emozioni della gente nei confronti di entità e di aspetti a esse inerenti, e per renderla possibile è stato “scritto” il software ReliSA V (sigla che sta per Religious Sentiment Analysis, mentre la V è un tributo a Volconvo, sito pensato per un dibattito in inglese, rispettoso e ben ragionato, su temi controversi che interessano la vita dell’uomo, delle comunità e dei Paesi).

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS